duemilavini

Duemilavini 2010

duemilavini2010

 Siamo a Mondovì, lontano dal caotico fondovalle, boschi e colline caratterizzano questo pezzo di Langa dove l’azienda Il Colombo è presente da tempo. La proprietà apparteneva si dal secolo XVIII alla famiglia Montezemolo, ma è nel 1989 che la famiglia del Barone Riccati acquista le terre con lo scopo principale di produrre Dolcetto, espressione unica di queste terre. Nel 2006 l’azienda passa nelle mani della famiglia norvegese Holm che si affida alla passione e all’esperienza di Bruno Chionetti e Sabina Bosio per proseguire l’attività nel solco già tracciato in precedenza. Squadra di tutto rispetto, cui si aggiunge come agronomo Gian Piero Romana e Beppe Caviola come enologo. In attesa della certificazione nel 2010 della conversione totale al sistema biologico, sono stati affittati 2000 mq. di vigneto di Nebbiolo nel cru Sarmassa a Barolo.

Dolcetto delle Langhe Monregalesi la Chiesetta 2008
Uve: Dolcetto 100%
Bella espressione varietale. Rubino intenso con riflessi violacei. E’ subito appagante di ciliegia, mora, melagrana e buccia di pesca, su cui si aggiungono viola e petali di rosa. In sottofondo sussurri di spezie dolci. Bel sorso fresco e saporito con tannini presenti e vivaci, torna la frutta che accompagna il finale. Solo acciaio, lieviti indigeni. Nocette di maiale con porcini e patate.
Quattro Grappoli

Langhe Rosso Monteregale 2006
Uve: Dolcetto 60%, Merlot 40%
Intenso di frutta rossa e note vegetali e balsamiche, ciliegia, mora, rosmarino, fieno e un che di tabacco bianco. Al palato è rotondo e caldo, supportato da buona freschezza con corrispondenza naso-bocca. Finale leggermente speziato e di ciliegia. Acciaio e tonneau, non filtrato. Suprema di faraona alla melagrana.
Quattro grappoli

Dolcetto delle Langhe Monregalesi Superiore il Colombo 2007
Uve: Dolcetto 100%
Veste un manto rubino profondo. Olfatto virato su toni caldi di frutta sottospirito, note vegetali, erbacee con un sottofondo di china. Palato fresco, fruttato, fase tanninica composta e finale speziato e di ciliegia. Acciaio per venti mesi, filtrazione, lieviti indigeni. Tajarin con sugo di salsicca.
Tre grappoli

 N.B. I giudizi:
– cinque grappoli: vini dell’eccellenza (punteggio corrispondente metodo A.I.S. da 91 a 100)
– quattro grappoli: vini di alto livello e spiccato pregio (da 85 a 90)
– tre grappoli: vini di buon livello e particolare finezza (da 80 a 84)
– due grappoli: vini di medio livello e piacevole fattura (da 74 a 79)

 Duemila Vini 2007

duemilavini2007

Il Barone Carlo Riccati e la sua signora hanno lasciato la conduzione dell’azienda cedendo il testimone a Sabina Bosio coadiuvata dal marito Bruno Chionetti, già noto ai lettori della guida ai tempi dell’azienda S. Romano in quel di Dogliani.

L’obiettivo è quello di proseguire nella qualità sulla strada tracciata da Carlo Riccati ed in particolare sulla valorizzazione del Dolcetto che ha nella denominazione Langhe Monregalesi un terroir di sicuro interesse, anche se poco conosciuto.

Dolcetto delle Langhe Monregalesi Superiore Il Colombo 2004: – Tre Grappoli
Intenso rubino con bordi viola, profumi di confettura di susina e tocchi balsamici, secco, caldo, con tannino delicato e finale di piacevole persistenza, sorretto da buona freschezza. Matura 18 mesi in botti da 500 litri.
Con tagliata di manzo ai funghi.

Dolcetto delle Langhe Monregalesi La Chiesetta 2005: – Tre Grappoli
Dolcetto di facile beva, con profumi di fragola e note vegetali, fresco e di discreta sapidità. Semplice nella chiusura gustativa. Solo acciaio. Da abbinare ad un risotto ai formaggi.

  N.B. I giudizi:
– cinque grappoli: vini dell’eccellenza (punteggio corrispondente metodo A.I.S. da 91 a 100)
– quattro grappoli: vini di alto livello e spiccato pregio (da 85 a 90)
– tre grappoli: vini di buon livello e particolare finezza (da 80 a 84)
– due grappoli: vini di medio livello e piacevole fattura (da 74 a 79)